Auto elettriche

Danilo Toninelli: “Voglio implementare la mobilità elettrica, aumentare il numero di caricatori di energia nelle strade, dare incentivi fiscali alle case automobilistiche che investono nel settore”.

Fonte: Libero

Il 12 giugno 2018 è stato presentato un disegno di legge alla Camera dal deputato M5S De Lorenzis (C718) per la diffusione dei veicoli a trazione elettrica e la realizzazione di reti infrastrutturali per la loro ricarica.

Nella Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza presentata al Parlamento il Governo specifica la volontà di promuovere una progressiva riduzione degli autoveicoli con motori diesel e benzina e di creare una rete capillare di supporto alla mobilità sostenibile attraverso il piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli elettrici. Sarà valutata la possibilità di introdurre contributi pubblici all’acquisto di veicoli ibridi ed elettrici.

Il 30 dicembre è stata approvata la legge di bilancio, per via di alcuni punti in essa contenuti la promessa è da considerarsi ancora in corso.

Incentivi e disincentivi

Verranno introdotti disincentivi, sotto forma di imposta per l’acquisto di auto nuove con emissioni superiori ai 160 G/Km di CO2  e incentivi, sotto forma di sconto sul prezzo, per l’acquisto di auto nuove a basse emissioni (comm. 1031-1047).

Viene introdotto, in via sperimentale per il triennio 2019-2021, un contributo tra i 1.500 e i 6.000 per chi acquista un auto nuova a bassa emissione, ovvero che arrivi a produrre non più di 70 g/Km di CO2. Il contributo viene corrisposto tramite sconto sul presso di acquisto dal venditore, e non è cumulabile con altri incentivi di carattere nazionale.

Inoltre si istituisce dal 1 marzo 2019 fino al 31 dicembre 2021 un’imposta, a carico di chi acquista, sulle nuove auto con emissioni di CO2 superiori a 160 g/Km.

Infrastrutture di ricarica 

Il comma 1039 prevede una nuova detrazione fiscale per quelle spese, destinate all’acquisto e alla posa di infrastrutture di ricarica per veicoli a energia elettrica, sostenute dal 1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

Tuttavia per la disciplina applicativa dell’incentivo e della detrazione si rinvia all’emanazione di un decreto del Ministro per lo sviluppo economico, insieme al Ministero delle infrastrutture e al Ministero dell’economia e delle finanze, da emanare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge.

Presente nel contratto di governo (pagg. 48-49).

Aggiornato al 06/01/2019

Vuoi segnalare un errore o un aggiornamento? Clicca qui.